Che cos'è la Mindfulness?

 

Il medico e professore Jon Kabat Zinn definisce la mindfulness come “il processo di prestare attenzione in modo particolare: intenzionalmente, in maniera non giudicante, allo scorrere dell’esperienza nel presente momento dopo momento”. Con il termine mindfulness si indica anche la consapevolezza raggiunta attraverso questo processo. Se riusciamo a dirigere l’attenzione al momento presente in maniera aperta e accettante, non facendo niente per cambiarlo e sospendendo il giudizio, possiamo relazionarci alle nostre esperienze in maniera consapevole, accogliente e accettante. Attraverso questa abilità, raggiunta con le pratiche meditative, gli stati mentali (pensieri, emozioni e sensazioni) sono vissuti in maniera decentrata, non vengono più identificati con noi stessi; ciò che sta accadendo viene osservato in maniera più chiara per poi essere gestito, in un secondo momento, in modo più efficace e funzionale al proprio benessere. La mindfulness porta ad una maggiore conoscenza di noi stessi, delle nostre intenzioni, dei nostri desideri, scopi e valori, e dei nostri stati mentali, ai quali reagiamo spesso in maniera automatica e disfunzionale, con la conseguente sofferenza emotiva. Conoscendo chiaramente e consapevolmente cosa accade possiamo decidere un piano d’azione funzionale al nostro benessere e ai nostri scopi; ecco allora che anche ciò che facciamo diventerà per noi pienamente consapevole.